Ottenere sempre negli ambienti un clima ottimale

E’ importante che i locali vengano mantenuti alla corretta temperatura, gli ambienti siano salubri e privi di materiali nociviluminosi e dotati di spazi dignitosi. Per ottenere tutto ciò le differenze tra le temperature dei singoli elementi (finestre, pareti, soffitto, pavimenti) non devono differire tra loro di più di 3°C.

Volumi compatti e approccio bioclimatico della progettazione

Caratteristiche molto importanti per case a consumo quasi zero (nZEB, near Zero Energy Building) sono una forma possibilmente compatta, per disperdere meno calore, ed una corretta esposizione, studiata in maniera di massimizzare gli apporti solari invernali senza gravare sui carichi termici estivi.

L'isolamento termico delle case è un investimento economico

L’isolamento termico di un edificio è un interessante investimento economico: il capitale impiegato per la riduzione delle dispersioni fornirà un rendimento sotto forma di risparmio per le spese di gestione future.

L'ENERGIA PIU' PULITA E' QUELLA CHE NON VIENE CONSUMATA

Restauro villa monofamiliare a Mira (VE)

DETTAGLI ESECUTIVI

La nuova ed attuale sfida nell’edilizia è la riduzione dei consumi del patrimonio immobiliare esistente. Attraverso la riqualificazione energetica è possibile infatti ottenere forti riduzioni dei consumi e grandi risparmi di energia, con conseguenti importanti riduzioni  delle emissioni di sostanze nocive come il biossido di carbonio (CO2). Nel caso in cui si debba intervenire su edifici vincolati, le problematiche aumentano ed in proporzione aumentano anche l’approccio e l’impegno sia in fase di progettazione che di Direzione dei Lavori.

La condizione necessaria per progetti di questo tipo è sempre un accurato rilievo ed una successiva stesura di tutti i particolari esecutivi, la scelta dei materiali opportuni ed adatti alle condizioni d’uso alle quali verranno sottoposti. Il primo approccio in un restauro è rivolto all’isolamento dell’involucro edilizio, in tutte le sue parti, trasparenti ed opache. Una attenzione particolare è poi rivolta ai ponti termici ed alla tenuta all’aria; in quest’ultimo caso, durante la fase di direzione dei lavori, è molto importante controllare scrupolosamente le fasi di posa in opera di  serramenti, copertura ed impianti. Importanti “perdite” energetiche possono infatti avvenire attraverso le giunzioni tra le differenti componenti edilizie degli elementi che compongono l’involucro edilizio.

Restauro villa monofamiliare a Mira (VE)
Restauro villa monofamiliare a Mira (VE)

SCELTA DEI MATERIALI APPROPRIATI

La scelta dei materiali appropriati è fondamentale per l’integrità degli stessi, per la continuità, nel tempo, del risultato energetico e per la durabilità dell’intero edificio. Per un solaio piano di copertura, come in questo caso, si è optato per un materiale naturale, fibroso e con una grande capacità termica; si riescono così a raggiungere ottimi livelli di isolamento invernale ma soprattutto estivo, garantendo il necessario sfasamento termico, vale a dire il tempo che il calore impiega per passare dalla superficie esterna a quella interna del solaio.

DIFFUSIONE DEL VAPORE

La permeabilità all’aria definisce il modo e la quantità del passaggio dell’aria in un elemento costruttivo. Questo concetto non deve essere scambiato con la diffusione del vapore, che è un fenomeno utile per l’evaporazione e l’asciugatura del tetto. Le membrane in commercio sono appositamente studiate per garantire che l’eventuale condensa formatasi all’interno del pacchetto isolante, ad esempio nel periodo invernale, possa essere smaltita nel periodo estivo. La permeabilità (e, quindi, la tenuta) all’aria è invece un fenomeno decisamente più “pericoloso” per la struttura; la quantità di condensa cretasi a a causa del passaggio libero d’aria (spifferi, fessure anche piccolissime della struttura) è circa 100 volte più alta di quella “fisiologica” che si ha nella diffusione controllata del vapore.

Restauro villa monofamiliare a Mira (VE)